Home / Notizie / Agenzie funebri, settore poco regolamentato







In Abruzzo accade che chiunque, dopo aver presentato una mattina la domanda alla Camera di Commercio, il pomeriggio già potrebbe aprire un’agenzia di pompe funebri ed occuparsi di funerali senza conoscere gli obblighi di legge. Nessuno chiede dei prerequisiti , tantomeno sono state delineate delle linee guida per poter scegliere a chi dare l’autorizzazione e a chi no.

Eppure per poter organizzare un funerale è necessario conoscere le leggi del diritti amministrativo e le norme che vincolano il trasporto di una salma e soprattutto quando un corpo può essere definito salma. In pochi sanno che devono passare 15 ore dal decesso e che superato questo tempo, il corpo deve essere visitato da un medico negro scopo. A quel punto bisogna sistemare la salma ma senza le fondamentali nozioni di tanatopressi o tanacosmesi di sicuro e’ una cosa improvvisata.

Dal 2000 in Regione sono ferme due proposte di legge con le quali si indicano dei requisiti minimi per poter accedere a questa professione che solo da alcuni anni è riconosciuta come artigianato. Viene il sospetto che il ritardo nella pubblicazione e nella discussione di queste linee guida possa dar fastidio a qualcuno.