Home / Notizie / Segnalazioni in cambio di denaro







Barletta sotto inchiesta. Le indagini hanno avuto inizio in primavera del 2010 e, attraverso testimonianze, appostamenti, intercettazioni telefoniche e ambientali sono riuscite ad accertare che gli arrestati avrebbero preso parte a un’associazione a delinquere .

A passare i dati sensibili all’ Agenzia di Pompe Funebri di Barletta sarebbero stati gli operatori socio-sanitari  ed alcuni operatori del telesoccorso Salerno e Lotito (che rispondono tutti in concorso con i soci dell’agenzia di pompe funebri di corruzione di incaricato di pubblico servizio e rivelazione di segreti d’ufficio).

In questo modo i soci  avvertiti telefonicamente in anticipo dai loro referenti, riuscivano a giungere presso l’obitorio con largo anticipo e in situazione di concorrenza sleale rispetto alle ditte concorrenti  si accaparravano i servizi di onoranze funebri approfittando anche della precaria situazione psicologica dei congiunti nei momenti immediatamente successivi al decesso.