Home / Articoli / Trasporto di una salma







Il trasporto dei defunti all’interno del comune di residenza dello stesso non pone particolari problemi se non quello di affidare lo stesso ad un trasportatore autorizzato dal Sindaco.

Per trasporti al di fuori del comune invece vigono delle regole ben precise:

  • Il trasporto di salma fuori Comune deve essere autorizzato dal Sindaco con apposito provvedimento dietro domanda dell’interessato allegante il certificato di morte.
  • Se il trasporto della salma avviene per ferrovia, su nave o per aereo, il provvedimento anzidetto deve restare in consegna al vettore.
  • Del suddetto trasporto fuori Comune si dà avviso al Sindaco del Comune nel quale la salma viene trasferita.
  • Per Le salme provenienti da altri Comuni, il trasporto può essere effettuato direttamente al cimitero oppure presso l’abitazione del defunto e da lì al cimitero.
  • Il ricevimento della salma al cimitero è regolato dal custode ed è disciplinato con ordinanza del Sindaco che determina l’orario di accoglibilità dei trasporti.

  •  

  • All’arrivo al cimitero il custode accerta la regolarità dei documenti e la rispondenza delle caratteristiche del feretro a quelle per la sepoltura cui è destinato, ritirando e conservando, sotto la propria responsabilità, tutti i documenti di accompagnamento, come specificato negli articoli precedenti.

Per il trasporti al di fuori del territorio italiano valgono invece altre norme che sono previste dagli articoli 27, 28, 29 e 30 del D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285 ed altre disposizioni di legge eventualmente vigenti.