Home / Articoli / Come comportarsi il giorno del funerale







A volte non sappiamo come comportarci nel caso di un funerale. QUi alcuni semplici consigli che ci permettono di mantenere un atteggiamento coerente e corretto durante tutto lo svolgimento delal cerimonia funeraria.

Pur non capitando spesso la tradizione vorrebbe, come nel caso di lutto nazionale con la bandiera a mezz’asta, che l’ingresso di casa venga chiuso per meta’: questo per lasciare ad intendere una sorta di riservatezza ma per favorire la possibilità a chi voglia unirsi al dolore delal famiglia di partecipare ed entrare.

E’ ormai desueto tenere un album di fotografie del defunto presso l’abitazione mentre e’ piu’ probabile trovare delle foto ricordo all’uscita delal chiesa dopo la celebrazione del funerale. Solitamente e’ buona norma lasciare un’offerta che verra’ data in beneficenza.

Il funerale è l’unica cerimonia alla quale si può intervenire anche se non si è stati invitati nel caso si conoscesse il defunto.

La norma sul vestiario vorrebbe che i parenti piu’ stretti si vestissero a lutto (e cioe’ di scuro) anche se ultimamente la cosa e’ lasciata alla sensibilità personale  ed e’ solitamente strettamente osservata solo dalle persone di una certa eta’.

Va evitato di lasciare acceso il cellulare sia durante la cerimonia in chiesa sia durante la sepoltura. Cosi’ come e’ da evitarsi un chiacchiericcio durante il trasporto della salma al cimitero.

Se i partecipanti al funerale seguono il carro funebre (sepolura non molto dstante dalal chiesa dove si e’ celebrato il funerale) la tradizione vuole che i parenti piu’ stretti si dispongano immediatamente dietro il feretro e poi via via in ordine inverso di importanza tutti gli altri per finire con i conoscenti.

In alcune zone d’Italia e’ abitudine invitare parenti ed amici ad un breve e parco rinfresco da tenersi presso la casa del defunto per commemorare insieme la persona che ha legato tutti i partecipanti e per compartecipare al dolore della famiglia dando loro sostegno.